condividi

Solo con PEC le comunicazioni tra aziende e stazione appaltante

Pubblicazione del 4 marzo 2014

 

Il nuovo Codice dell'Amministrazione Digitale (Decreto Legislativo 7 marzo 2005, n. 82 e s.m.i.) prevede che tutte le comunicazioni tra la PA e le imprese - relative a presentazione di istanze, dichiarazioni, dati e lo scambio di informazioni e documenti, avvengano esclusivamente utilizzando le tecnologie dell'informazione e della comunicazione.

Un Turismo pi¨ sostenibile nella Provincia di Campobasso

Le modalitÓ di attuazione di questo principio sono state individuate dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 22 luglio 2011 che ha fissato al 1 luglio 2013, il termine a partire dal quale le pubbliche amministrazioni non potranno pi¨ accettare o effettuare le comunicazioni in forma cartacea nei rapporti con le imprese.

In tutti i casi in cui non Ŕ prevista una diversa modalitÓ di comunicazione telematica, lo scambio di dati, informazioni e documenti, deve avvenire attraverso la posta elettronica certificata.

In tale ottica e in attuazione della citata normativa, la Centrale Unica di Committenza della Provincia di Campobasso dispone quale unico sistema di comunicazione tra la Stazione Appaltante  e Operatori economici la Posta Elettronica Certificata (PEC), con decorrenza dal prossimo 1░ aprile 2014.

Tanto vale sia nella fase propedeutica alla presentazione dell'offerta (lettera d'invito nel caso di procedura negoziata) sia nelle comunicazioni relative alle sedute, esclusioni, richiesta di integrazioni, esclusioni e aggiudicazioni (art.79 del Codice) e comunque qualunque altra notizia attinente la procedura di appalto.
 


 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO