1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. Mappa del sito
  2. Homepage

Contenuto della pagina

 

A Scuola di OpenCoesione

Pubblicazione del 28 settembre 2017

 
Link al sito dedicato

A Scuola di OpenCoesione: pubblicato il bando per l'edizione 2017-2018

E' online sul sito del MIUR (www.istruzione.it) e su quello di Ascuoladiopecoesione http://www.ascuoladiopencoesione.it/bando-2017-2018/ il bando per partecipare al progetto A Scuola di OpenCoesione (ASOC), il percorso innovativo di didattica interdisciplinare su open data, data journalism e politiche di coesione nelle scuole secondarie superiori.

Come per lo scorso anno, il bando è aperto a 200 scuole secondarie superiori di ogni indirizzo, che verranno selezionate per cimentarsi in attività di ricerca e monitoraggio civico sui territori a partire dai dati sui progetti finanziati con le risorse delle politiche di coesione.

Il premio in palio per la migliore ricerca è un viaggio di istruzione a Bruxelles presso le istituzioni europee, finanziato dalla Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, da svolgersi orientativamente alla fine di maggio 2018.

Inoltre, grazie a uno specifico accordo con gli Uffici del Senato della Repubblica, per una delle classi partecipanti al percorso ASOC è prevista la partecipazione a un evento premio - visita guidata con possibilità di assistere a una seduta dell'Assemblea nella sede istituzionale del Senato della Repubblica a Roma - oltre a un approfondimento sull'utilizzo dello strumento regolamentare dell'indagine conoscitiva.

Le altre novità che connotano l'edizione 2017-2018 di ASOC riguardano l'ampliamento delle collaborazioni regionali, con la Regione Calabria che si aggiunge alla Regione Autonoma della Sardegna nel rafforzamento delle attività di progetto a livello regionale, e il riconoscimento di un percorso formativo per i docenti che partecipano ad ASOC, con la certificazione di competenze potenziali in uscita quali "politiche di coesione", "trasparenza", "cittadinanza globale", "cittadinanza digitale".

Inoltre, è possibile integrare i contenuti di ASOC nei percorsi di Alternanza Scuola-Lavoro e nella predisposizione di progetti per la partecipazione ai bandi del PON 2014-2020"Per la Scuola - competenze e ambienti per l'apprendimento". Agli insegnanti che si occuperanno del progetto il MIUR riconoscerà 25 ore di formazione.

Ulteriori informazioni sulle attività previste per l'edizione 2017-2018 di ASOC sono disponibili nella documentazione allegata al bando MIUR (Vademecum di progetto,Fac-simile formulario candidatura).

Per partecipare alla selezione di ASOC1718 è necessario accedere alla piattaforma di candidatura online dall'apposita sezione predisposta nella homepage del sito web www.ascuoladiopencoesione.it, e seguire la procedura online per la compilazione e l'invio della candidatura.

La selezione sarà volta a garantire una adeguata distribuzione territoriale delle scuole partecipanti, tenendo conto dell'intensità finanziaria delle politiche di coesione sul territorio di riferimento.

Le candidature dovranno pervenire ENTRO LE ORE 12:00 DI LUNEDI 16 OTTOBRE 2017.

Info e contatti:

Sito web: www.ascuoladiopencoesione.it
Email: asoc@opencoesione.gov.it
Facebook: www.facebook.com/ascuoladioc
Twitter: @ascuoladioc(hashtag #ASOC1718)

COS'È "A SCUOLA DI OPENCOESIONE" (ASOC)

"A Scuola di OpenCoesione" (ASOC)  nasce in accordo con  il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR) nell'ambito dell'iniziativa di open government sulle politiche di coesione "OpenCoesione" (www.opencoesione.gov.it), coordinata dal Dipartimento per le Politiche di Coesione presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Il progetto "A Scuola di OpenCoesione" è finalizzato a promuovere principi di cittadinanza attiva, con l'obiettivo di sviluppare competenze digitali affinché gli studenti diventino cittadini consapevoli e attivi nella partecipazione alla vita pubblica del proprio territorio.

COSA SI FA IN ASOC

Le classi che partecipano al progetto ASOC sono impegnate, nel corso dell'anno scolastico, in un percorso didattico guidato dal docente referente che prevede le seguenti attività: reperimento, analisi ed elaborazione di dati; verifica della modalità di spesa dei fondi pubblici attraverso l'apprendimento di tecniche avanzate di ricerca; utilizzo di tecniche avanzate di comunicazione e storytelling; incontri e interviste con le istituzioni e i soggetti beneficiari dei finanziamenti oggetto della ricerca scelta; organizzazione di eventi per il coinvolgimento della comunità scolastica e territoriale.

Il percorso didattico è articolato in 6 tappe: 5 lezioni in classe di circa 3 ore ciascuna e una "visita di monitoraggio civico". È inoltre prevista l'organizzazione di almeno due eventi pubblici di disseminazione dei risultati e coinvolgimento della comunità territoriale di riferimento. A ciò si aggiungono complessivamente circa 30 ore di lavoro autonomo durante l'intero arco del progetto. L'obiettivo è approfondire le caratteristiche socio-economiche, ambientali e/o culturali del proprio territorio a partire da uno o più interventi finanziati dalle politiche di coesione su un tema di interesse, verificando quindi come le politiche stesse intervengono per migliorare il contesto locale.

RETI DI SUPPORTO

Le scuole possono usufruire a livello territoriale, come negli anni precedenti, del supporto dei Centri Europe Direct, o EDIC (la rete territoriale dei centri di informazione della Commissione Europea) e delle Organizzazioni e Associazioni attive sul territorio sui temi delle politiche di coesione, della trasparenza o degli open data, con le quali le scuole potranno scegliere di collaborare in fase di candidatura. Gli elenchi dei centri EDIC aderenti all'edizione 2017-2018 e delle Organizzazioni/Associazioni "Amici di ASOC" che hanno partecipato alle edizioni precedenti sono disponibili http://www.ascuoladiopencoesione.it/community-asoc/

Nel Molise, coordinate dal Centro di informazioenEurope Direct della Provincia di Campobasso, hanno partecipato alle precedenti tre edizioni un totale di 14 istituti superiori, due delle quali si sono classificate nella top ten (IPSASR di Riccia e IIS Boccardi di Termoli - edizione 2015-2016)ed una ha ricevuto una menzione speciale (IIS Galanti di Campobasso - edizione 2016-2017)

Perinformazioni e supporto è possibile contattare il Centro di informazione Europe Direct della Provincia di Campobasso allo 0874 401 263 oppure scrivendo una mail a: carmela.basile@provincia.campobasso.it