Come l'Ue ci sta aiutando - intervista a Carlo Cottarelli

 In un video pubblicato sul suo account Facebook, Carlo Cottarelli esprime il suo parere sul mancato accordo sull'emissione degli Eurobond e sull'aiuto economico che l'Europa sta fornendo all'Italia in questa emergenza sanitaria."Io credo sarebbe molto utile avere Eurobond in questo momento in Italia", ma aggiunge "Non dimentichiamoci che le istituzioni europee, in particolare in questo momento la BCE, stanno aiutando l'Italia in modo massiccio. La BCE con le sue operazioni di quantitative easing rafforzate di recente, si è impegnata a comprare quest'anno circa 220 miliardi di titoli di stato italiani. Una cifra enorme. Corrisponde al 12% del PIL. Questi sono soldi che lo Stato italiano può utilizzare direttamente per finanziare il proprio deficit". Cottarelli si dice piuttosto sorpreso che questo non sia stato evidenziato nelle discussioni inerenti la situazione economica. "L'immagine che si vuol far passare adesso è quella di un'Europa che non aiuta l'Italia, io vorrei vedere chi potrebbe investire in titoli di Stato italiani per queste dimensioni se noi fossimo fuori dall'Europa. Fra l'altro la BCE ha chiarito che questo è un importo che potrebbe essere in futuro aumentato se è necessario" a ribadire l'importanza delle istituzioni europee nel consolidare il vincolo di solidarietà che ci unisce in questi momenti difficili. "Dobbiamo lavorare insieme all'Europa anziché sollevare polemiche inutili", chiude Cottarelli. Si auspica che gli Eurobond possano essere un nuovo strumento di supporto, ma intanto l'Europa c'è e si sta muovendo concretamente a sostegno degli Stati membri. 
qui il video:  https://video.corriere.it/politica/cottarelli-la-bce-ci-aiuta-incredibile-pensare-che-l-italia-starebbe-meglio-fuori-dall-ue/d0cc288a-7120-11ea-a7a6-80954b735fc3


Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO