condividi

La Provincia al fianco delle associazioni contro l'eolico selvaggio

Gli assessori Occhionero e Norante hanno preso parte alla manifestazione di San Giuliano di Puglia

 

Campobasso 21 marzo 2011


 
pale eoliche molise

La Provincia di Campobasso è al fianco dei comitati che si oppongono all'eolico selvaggio.
Ieri pomeriggio gli assessori Nicola Occhionero e Giovanni Norante hanno partecipato alla manifestazione che si è tenuta nei pressi della chiesa di Sant'Elena, a  San Giuliano di Puglia.
Il pericolo per la cosiddetta zona del "Cratere" e cioè per l'area dei Comuni di Rotello, Bonefro, San Giuliano di Puglia, Santa Croce di Magliano e Colletorto, è costituito da una serie di progetti presentati da più soggetti che, se approvati, porterebbero alla costruzione di circa duecento pale eoliche nel raggio di pochi chilometri. Una eventualità contro la quale si sono mobilitate diverse associazioni ambientaliste e delle categorie agricole che vogliono tutelare le peculiarità di quel territorio, ricco di vestigia e testimonianze archeologiche e di non trascurabile pregio paesaggistico ed ambientale.
"Il Molise produce - ha dichiarato l'assessore Occhionero - un forte surplus di energia perché negli ultimi anni si è purtroppo riempita di pale eoliche, impianti fotovoltaici, centrali turbogas e a biomasse. Ora è arrivato il momento di far chiarezza e mettere in evidenza la distanza che corre tra il corretto impiego ed uso delle energie alternative e il sacco del territorio senza regole e controlli. Su questo non vanno più ammesse ambiguità e furbizie. Ed è per questo che anche sugli impianti che qualcuno vorrebbe far sorgere a San Giuliano la Provincia si è recentemente pronunciata con un secco no nell'ambito della procedura di valutazione di impatto ambientale. Un no ufficializzato con apposita delibera di Giunta provinciale approvata all'unanimità. Ora, però, è necessario che la Regione superi definitivamente le troppe ambiguità riemerse ultimamente sulla materia e cerchi di supportare i Comuni, lasciati troppo spesso alla mercè di potenti lobbies che cercano in ogni maniera di condizionare amministrazioni locali sempre più alle prese con gravissimi problemi di bilancio. Voglio inoltre ringraziare i Comitati per la loro azione preziosa che deve dare fiducia e forza soprattutto a chi ha responsabilità amministrative, per mettere in atto tutti gli strumenti normativi al fine di preservare il bene comune per le giovani generazioni".

 


Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO