condividi

Massimo Lopez chiude la stagione del Savoia

Il noto attore si esibisce in "Ciao Frankie", tributo a Sinatra

 

Campobasso 8 aprile 2011


 
Massimo Lopez al Savoia
Massimo Lopez

Due ore di grande swing, con flash di comicità tra una canzone e l'altra. "Ciao Frankie", ultimo spettacolo stagionale del Savoia, è un  concerto-tributo che Massimo Lopez ha voluto dedicare a Frank Sinatra senza rinunciare alla propria impronta teatrale. Un divertente slalom tra il repertorio musicale di "the Voice" e i divertenti monologhi sui più svariati argomenti, le sue irresistibili e a volte "improbabili" imitazioni unite ad una buona dose di esilaranti e coinvolgenti momenti di pura improvvisazione. L'appuntamento è per il 15 ed il 16 aprile.

Lo si potrebbe definire un "one man show", ma sul palco compaiono in effetti una cinquantina di personaggi illustri (o, meglio, le loro evocazioni) oltre alla presenza fisica di una grande orchestra composta da dodici elementi e due vocalist, la "Big Band Jazz Company" diretta dal maestro Gabriele Comeglio. Lopez dà prova di grande eclettismo alternando i meravigliosi brani di Sinatra alle sue migliori interpretazioni e citazioni. Il risultato è uno spettacolo ininterrotto di circa due ore fra canzoni, gag ed intermezzi vari. Protagonista assoluta la musica di "Frankie", che, "come tutti gli amori, nasce dal cuore e può durare tutta una vita". Lui, the Voice, viene inquadrato comicamente in un'infanzia da provincia americana, con un'improbabile zia dal forte dialetto pugliese. Ma fra una battuta e l'altra le esecuzioni musicali costituiscono la vera struttura dello spettacolo, e sono rese in modo sorprendentemente serio.

Le canzoni scelte, una ventina, sono tutte famose e orecchiabili. Tra i titoli le varie When somebody loves you, L.A. is my lady, I get a kick out of you e naturalmente New York, New York e My way, mentre negli stacchi tra un pezzo e l'altro sulla scena scorre una carrellata di innumerevoli personalità: gli ultimi quattro Presidenti della Repubblica, vari papi e l'immancabile Mike Buongiorno. Al fianco del poliedrico mattatore, a tratti, la degna "spalla" Giuliano Chiariello e la notevole Nadia Straccia, che lo affianca per il divertente duetto di Somethin' stupid.

 


Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO