condividi

Patto dei sindaci per l'energia sostenibile, primo incontro in Sala della Costituzione

Si è discusso di consumo razionale dell'energia, potenziamento dell'uso delle energie rinnovabili e riduzione delle emissioni di gas serra nella riunione organizzata dall'associazione "Ali Comuni Molisani" e tenutasi questa mattina nella Sala della Costituzione della Provincia di Campobasso tra i rappresentanti dei 37 comuni molisani che hanno sottoscritto in Molise il "patto dei sindaci".
Il "patto dei sindaci" è un'iniziativa della Commissione europea per un impegno reale nella transizione verso un nuovo modello di sviluppo sostenibile che coinvolge attivamente gli enti locali e i cittadini nel percorso verso quegli obiettivi di sostenibilità energetica e ambientale che l'Europa si è posta per il 2020.
All'incontro hanno preso parte Michele Di Cesare, esperto di politiche comunitarie, il consigliere regionale Antonio Chieffo, delegato di Ali Comuni Molisani, ed il presidente della Provincia di Campobasso Nicola D'Ascanio.
"La Provincia di Campobasso partecipa attivamente al progetto - ha dichiarato D'Ascanio - ed è attenta a tutti i risvolti delle tematiche ambientali. La sensibilizzazione verso il risparmio energetico e l'utilizzo di fonti alternative deve partire dal basso, ed è importante che questo discorso venga recepito in tutti i comuni, compresi quelli più piccoli e periferici. Il nostro supporto all'iniziativa di Ali Comuni Molisani parte dall'esperienza della 'Rete telematica delle Istituzioni della Provincia di Campobasso', partito nel 2000, per il miglioramento dei servizi di back-office e per facilitare l'erogazione di servizi e-government ed è fornito dal nostro settore informatico".
Nel corso della riunione sono state date ai rappresentanti dei comuni aderenti al patto indicazioni sulla compilazione delle schede di raccolta dati su edifici pubblici dei comuni e loro caratteristiche, sugli impianti di generazione del calore, sull'illuminazione pubblica, sui mezzi pubblici di trasporto e sull'eventuale conseguimento di marchi di qualità ambientale e partecipazione a programmi di valenza ambientale. La prossima riunione del patto è prevista entro la fine di maggio.

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO